Medicina Veterinaria

La Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università Statale di Milano offre un ambiente stimolante per lo studio e la ricerca nell’area della Medicina Veterinaria, delle Produzioni Animali, delle Biotecnologie Veterinarie.

Trasferita da Milano a Lodi nel 2018, dispone di nuovissime strutture disegnate dall’architetto giapponese Kengo Kuma, un ospedale didattico dove gli studenti si avvicinano progressivamente alle attività clinico-assistenziali, nelle diverse specie animali, sotto la guida dello Staff medico, un centro zootecnico sperimentale per apprendere i diversi aspetti dell’allevamento animale.

L’offerta di percorsi didattici costantemente legati alle realtà professionali e alle esigenze del territorio è forte di un sapere e un’esperienza consolidati che ha radici in una delle più antiche scuole dedicate allo studio delle malattie degli animali e del loro allevamento, la Scuola Veterinaria nata nel 1791 e confluita nell’Ateneo nel 1932.

Lodi - Via dell'Università 6

26900 Lodi

Presidente del Comitato di Direzione
Prof. Gustavo Gandini

Open Day 2020

Il giorno 7 febbraio 2020 presso il Polo universitario di Lodi si terrà L'Open Day per i corsi dell'Area di Medicina veterinaria. 

Per maggiori informazioni clicca qui

Perché studiare Veterinaria all’Università Statale di Milano: le caratteristiche particolari e i punti di forza della facoltà.

Sede

La Facoltà di Medicina Veterinaria ha sede a Lodi in via dell’Università 6. Si compone di un edificio centrale dedicato alla didattica, di un Ospedale Veterinario Universitario e di un Centro Zootecnico Didattico Sperimentale

 

 

Aule

Dispone di 23 aule di cui 4 presso l’Ospedale Veterinario Universitario e 19 presso la struttura centrale

 

Segreteria Didattica e Studenti

via Dell'Università 6 - 26900 Lodi 
Capo ufficio: Dr.a Silvia Milanesi

Segreterie studenti

via Dell'Università 6 - 26900 Lodi

Eventi di Facoltà

Gli ultimi sviluppi della ricerca nel campo della riproduzione canina e felina al centro del congresso internazionale promosso dal dipartimento di Scienze veterinarie per la Salute, la Produzione animale e la Sicurezza alimentare. Neonatologia e pediatria, criobiologia, biologia riproduttiva degli animali esotici, contraccezione clinica, Kisspeptina e GnRH saranno alcuni dei temi di dibattito tra esperti provenienti da Europa, America e Sud-est asiatico.